Vi aspettiamo a #GNE2018 – Festival dello Sviluppo Sostenibile: Educazione alla Sostenibilità come Bilancio di Sostenibilità Obiettivi 2030

Posted on maggio 24, 2018 by Staff in Articoli, Cambiamento, Ecopsicologia Applicata
Manifesto Gne2018 - Ecopsychelab con Alessandra Perri alla giornata Giornalisti nell'Erba - Festival dello Sviluppo Sostenibile

Manifesto Gne2018 - Ecopsychelab con Alessandra Perri alla giornata Giornalisti nell'Erba - Festival dello Sviluppo Sostenibile

 

Il 25 Maggio saremo a alla XII giornata annuale e premio Giornalisti nell’Erba-#GNE2018 a Frascati quest’anno con un tema complesso, Bilancio di Sostenibilità in vista dei 17 obiettivi dell’agenda 2030, in particolare affronteremo il tema dell’Educazione alla Sostenibilità parte integrante per non dire primaria del 4°Obiettivo 2030 con cui il mondo si confronta.

La giornata #GNE2018 fa parte integrante del Festival dello Sviluppo Sostenibile 2018 iniziativa dell’ASviS ed offre come sua abitudine un insieme incredibile di dati, indagini giornalistiche, questione critiche, temi di riflessione, fotografie dello stato di cose su un tema specifico, scelto ogni anno,  attraverso un premio che riunisce un lavoro annuale di più 8.000 giovani dai 3 ai 29 anni: una rete di educazione che riunisce scuole, insegnanti, giornalisti, esperti di ecosostenibilità ed esperti di vari ambiti, supportato da anni da molti enti ed associazioni. Insomma una di quelle reti ed esperienze virtuose e innovative (con la forza di rete e diffusione di empowerment autorigenerante) esistenti di fatto da anni a cui l’Italia come programmi e orientamento ministeriale non potrà non attingere ci auguriamo per un’Educazione alla Qualità e allo Sviluppo Sostenibile a cui è chiamata, per non parlare della sfida epocale di cambiamento repentino e profondo socio-economico dettata dalla gestione del Cambiamento Climatico così come quella di tutti i 17 obiettivi dell’agenda 2030.

Così il tema quest’anno è il Bilancio di Sostenibilità, la sfida per i giovani aspiranti giornalisti  (senz’altro facilitatori di ecosostenibilità sin da oggi) è stata quella di mettere in rapporto l’educazione allo sviluppo sostenibile ad un impegno di raccolta dati, riflessione e e progettazione per migliorare in sostenibilità ambientale.

Per quanto riguarda l’Educazione alla Sostenibilità, siamo giunti allo Start …momento 0:

l’inizio finalmente di uno spazio reale e orientato nei programmi delle nostre scuole,
momento segnato dal Protocollo d’Intesa ASviS-MIUR 2016 di validità triennale:
in cui si sancisce l’obiettivo di definire e promuovere iniziative di informazione sul tema dello sviluppo sostenibile per gli alunni e per il personale docente, con una particolare attenzione all’elaborazione o individuazione di già esistenti percorsi di innovazione curricolare ed interdisciplinare sul tema dello sviluppo sostenibile, il tutto con azioni di sensibilizzazione con eventi, premi ecc.. Ed è stata anche istiuita una Commissione di coordinamento dedicata.

Ma naturalmente il percorso è iniziato ma molte sono le domande: come, con quali modalità e approcci, quali esperienze già esistenti e quali parole chiave,

domande che naturalmente si chiedono in tanti, in quanto da tempo ci sono esperti, realtà ed esprimenti scolastici che qualcosa han sperimentato (la stessa commissione come da protocollo d’intesa si prefigge il confronto con esperti e di raccolta di materiali già esistenti),
inoltre in un periodo in cui – per sfide epocali ma anche per modalità culturali nuove (web, reti di comunicazione e sperimentazione che ormai condividono tempi e risultati di cambiamento prima impensabili ecc.) – la parola “Istruzione” (“in-struere”  Inserire/Portare Dentro Materiali) è alquanto desueta
e quasi pericolosa nella tentazione, sicuramente meglio ispirarsi e mettersi in connessione per Educare “ex-ducere” ( tirare fuori, far venire alla luce qualcosa di nascosto)

proprio di questo si parlerà, e avremo il piacere di partecipare con la nostra Alessandra Perri
di Educazione alla Sostenibilità sì…ma come: alle 10.30 all’Auditorium Scuderie Aldobrandini,

momento di riflessione al centro dei tanti laboratori e resoconto di indagini che avranno luogo per tutta la giornata GNE2018, in una tavola rotonda con:

Giuditta Iantaffi e Ilaria Romano che faciliteranno la tavola – coordinatrici nazionali Rete Docenti gNe e delegate Educazione e Formazione

Alessandro Vienna, della Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione e la Partecipazione del MIUR Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Giulia D’Agata, del Segretariato ASviS, referente per i gruppi di lavoro sull’Educazione allo Sviluppo Sostenibile e per il goal 6, 7, 13, 14 e 15

Michela Mayer, del consiglio direttivo di IASS (Italian Association for Sustainability Science) nonché componente dello CNES Unesco Agenda2030 e di Environment and School Initiatives International No Profit Association (ENSI INPA)

Roberta Cafarotti, direttrice scientifica di Earth Day Italia

Alessandra Perri, eco-psicologa e formatrice fondatrice di Ecopsychelab-Ecopsicologia Applicata al Cambiamento Climatico e alla Sostenibilità

Le nostre parole chiave?

Educazione all’interdipendenza e Formazione della leadership educativa (intendendo con questa tutte le figure con potere orientamento e pianificazione con evidente ricaduta sociale)

Sì ma come, con quali approcci?
Beh sicuramente abbiamo in mente approcci teorico formativi che seguiamo da tempo, che accettano la sfida della complessità
con un pensiero sistemico e di approccio scientifico olistico, incentrati sulla dinamica dei sistemi complessi,  approcci tendenzialmente multidisciplinari
tali da affrontare la trasversalità dei processi e delle dinamiche (nella comprensione e nella formazione) che anzi sono nel presente utilizzati proprio
nella sperimentazione di una educazione alla sostenibilità orientata agli obiettivi 2030 in alcuni paesi anglosassoni. (Attenzione: è ormai superata
una visione pseudoscientifica in tal senso degli approcci olistici, la Teoria dell complessità porta risultati in molte discipline, è un richiamo ormai accettato
e invocato per ottenere risultati efficaci e complessi anche di cambiamento trasversale come quello a cui siamo chiamati oggi; così come olistiche sono materie come:
l’Intelligenza Artificiale, la Scienza del Cambiamento Climatico, l’Ecologia, l’Ecopsicologia, la Fisica moderna in molte suoi campi ecc.)
Insomma per farla breve: impariamo a pensare come un ecosistema.

Dunque vi invitiamo a venire a #GNE2018 domani 25 Maggio, consultate il programma, partecipate ai tanti laboratori gratuiti, anche di scienza…sarà anche occasione del lancio della Notte Europea dei Ricercatori 2018 di  Frascati Scienza
Qui il Link alle Opere Finaliste del premio
Qui il link a Giornalisti nell’Erba:
#GNE2018 è una iniziativa di Il Refuso ass. prom. soc., editore e promotore di Giornalisti Nell’Erba, associato dell’Alleanza per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS), con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente, dell’Ordine nazionale dei Giornalisti, del Comune di Frascati, e con il patrocinio e contributo della Federazione Nazionale della Stampa. Evento realizzato con le partnership di Frascati Scienza, della Lega Navale Italiana, del Comune di Frascati, le media partnership di AnsaLa Stampa Tuttogreen,  QualEnergiaLa Nuova EcologiaPressenza. I premi per i vincitori offerti da: Lega Navale ItalianaFestival TrameLa Nuova EcologiaLa Stampa tuttogreenIdee GreenConaiCiAlCo.re.ve. ComiecoCoreplaCountry House La Collina di CollevalenzaASviSANSA

Comments are closed.