L’#AsseDegliAcquedotti progetto messa in sicurezza Ciclabile – Domenica l’abbiamo fatto con VII Biciclettari

Foto: Biciclettari 8 Aprile '18 - Asse degli Acquedotti ciclabile - ecopsychelab, ecopsicologia

Foto: Biciclettari 8 Aprile '18 - Asse degli Acquedotti ciclabile - ecopsychelab, ecopsicologia

Domenica abbiamo goduto della #GrandeBellezza, del benessere in bicicletta e dello stupore che ci coglie sempre in Natura.

Una mobilità alternativa, ecosostenibile,
è uno dei temi principali dell’attualità, italiana ed internazionale,
cruciale per la gestione e mitigazione del Cambiamento Climatico, un’attuazione di una viabilità e mobilità nuova che possa costantemente

Foto: in bici lungo l'Asse degli Acquedotti - Ecopsicologia Ecopsychelab

Asse degli Acquedotti – ciclopedonale della GrandeBellezza Ph.Credit Alessandra Perri

ridurre l’inquinamento nelle città con soluzioni pratiche, alla portata quotidiana dei cittadini e della loro sostenibilità economica.
Tutto questo ricade naturalmente in un quadro ampio:
dal rispetto del protocollo di adempimento degli obiettivi della COP21 di Parigi a tutte le mobilitazioni e collaborazioni su obiettivi a tema delle grandi città a partire dalla C40Cties, rete di sindaci per attuare in tempi brevi gli obiettivi.

Molte le associazioni attive da anni che bruciano i tempi troppo lenti delle istituzioni e della politica per attuazioni risolutive,
molto attiva Legambiente nel presente sul tema della salute e incidenza di malattia nelle città per inquinamento e nel cambiamento verso una

mobilità elettrica;
cruciale la ricerca del collante tra:
le sperimentazioni e soluzioni di fatto, spesso organizzate dal basso e dal territorio, ed il quadro normativo-politico e istituzionale.

C’è chi combatte, propone, fa, città che dal basso fanno,
anche una Roma che combatte:

chi fa…per non farsi scippare il futuro dalle città,

mappa del GRAB

GRAB di Roma: Grande Raccordo Anulare delle Bici

con malattie da inquinamento, perdita di biodiversità e di benessere.

Il GRAB e l’Asse Degli Acquedotti
per quanto rigurda una ciclabilità pratica e a misura quotidiana di cittadino e di turista: sono senz’altro tra le due attivazioni principali e pragmatiche.

Così siamo stati Domenica 8 Aprile con VII Biciclettari ad esplorare il percorso del Progetto di messa in sicurezza
ciclabile, ciclo pedonale, dell’Asse Degli Acquedotti:
una direttrice che porta dal VII Municipio a San Giovanni,

mappa sezione centrale Asse degli Acquedotti - ciclopedonale

mappa sezione centrale Asse degli Acquedotti – ciclopedonale Ph Credit VII Biciclettari

che con raccordo ad ulteriori interventi fa sognare: in mezz’ora si potrà, una volta attuato, da Ciampino arrivare al Colosseo!

Il tutto attraverso 3 meravigliosi Parchi: Parco degli Acquedotti , Parco di Tor Fiscale e Parco della Caffarella ( Il riferimento per tutti è il virtuoso Parco dell’Appia Antica)!
Enormi le ricadute anche da un punto di vista turistico.

Dario Piermarini, promotore con l’asociazione VII Biciclettari del progetto, prima di partire in sella ci ha spiegato:
“Siamo avanti, molti i soggetti anche istituzionali in collegamento con noi, importante supportare e stimolare, anche oggi con l’evento, le Istituzioni per una messa in sicurezza

Foto Dario Piermarini ci spiega

Dario Piermarini promotore con VII Biciclettari dell’Asse delgli Acquedotti: ci spiega in cosa consista.

del percorso, parlatene, promuovete con noi.”.
Di fatto il percorso è già in gran parte attivo e in buono stato, turisti ma soprattutto cittadini, ciclisti, corridori, già lo utilizzano,
e ad ogni passo o pedalata, credetemi: è meraviglioso.

Il progetto VII Biciclettari prevede anche un’intermodalità:

la Stazione Arco di Travertino garantirebbe il passaggio eventuale tra bici e metro. Un percorso dunque praticamente utile a tutti e a tutte le esigenze.

Chicche della giornata sono stati anche gli incontri sul percorso con persone significative nell’azione e attivazione, testimonianti

Foto: voragini a Roma

Voragini a Roma: ci è stata fornita una spiegazione scientifica…

il lavoro di rete e interconnessione di VII Biciclettari per il progetto:

Pasquale Grella dell'Ente Parco Appia

Pasquale Grella dell’Ente Parco Appia

ci ha fatto godere quanto ad erudizione Pasquale Grella, assistente area tecnica del Parco dell’Appia Antica (Parco virtuoso che fa da coordinatore/cornice ad una serie di realtà ricreativo formative di regio, e territoriali di attivazione dal basso),
ci ha donato spontaneamente una spiegazione della cronologia degli ampliamenti storici dell’acquedotto, come fu rimaneggiato nel tempo… insieme ad una succosa spiegazione geologica delle varietà di tufo utilizzato e delle relative connessioni con il terreno vulcanico della zona, varie colate laviche ecc. .
Ci ha fornito anche una spiegazione rispetto alle famose voragini che si aprono improvvise a Roma negli ultimi anni:
effetto indiretto del cambiamento climatico… in realtà della

maggiore scarsità di acqua sotterranea, con relativo cambio di umidità che causa un cambiamento qualitativo del

Luciano il capo volontari Parco degli Acquedotti - la Roma che fa

Luciano capo volontari Parco degli Acquedotti – la Roma che fa

tufo che diviene estremamente friabile rispetto ad altre epoche, si frantuma in risposta anche alle vibrazioni del traffico veicolare che si propagano nel sottosuolo.
Non credevamo alle nostre orecchie,
visto che nessuno sul tema voragini si degna di dare una risposta informativa (e non solo strumentali a livello politico) a domande che noi tutti cittadini ci chiediamo.

Così come un piacere conoscere il ‘capo’ dei volontari del Parco degli Aquedotti Luciano, venuto con noi con l’immancabile sua zappa di pronto intervento fissata sulla bici; ha raccontanto quanto abbiano dovuto ripulire dopo Pasquetta dai rifiuti…

Tappa intermedia il curatissimo Parco di Tor Fiscale, abbiamo conosciuto la signora che gestisce il ristoro e cofondatrice della cooperativa: hanno iniziato 20 anni fa e da una decina d’anni la cooperativa anche per il ristoro, restauro completo del casale allora fatiscente; ci ha comunicato anche una notizia in anteprima:

a giorni la Torre, di Tor Fiscale, si illuminerà la sera

il comune ha notato la grande affluenza di turismo e dunque la decisione di dare risalto al bel complesso architettonico.

Lasciati ovunque pic nic e bimbi in gioco su prati curatissimi,

Cooperativa Torre del Fiscale - Parco

Cooperativa Torre del Fiscale – Parco

Con ecopsicologia in bici lungo l'Asse degli Acquedotti - Ciclopedonale Prog.VII  BIciclettari Ph.Credit: Alessandra Perri

Con ecopsicologia in bici lungo l’Asse degli Acquedotti – Ciclopedonale Prog.VII BIciclettari Ph.Credit: Alessandra Perri

abbiamo proseguito sino al Parco della Caffarella: è qui sopratutto necessario l’intervento istituzionale per una

messa in sicurezza dei passaggi e attraversamenti stradali, pochissimi… ma da farsi.

Un progetto che non chiede un grande investimento economico e strutturale, che darebbe risalto a un qualcosa che già c’è, già in uso per molti, ma da rendere sicuro e promovibile su larga scala: al turista, al cittadino che va a lavoro o al centro in bici, al bimbo con la famiglia ecc.: un progetto non costoso dalle significative ricadute per la mobilità ecosostenibile e per il turismo.

Dopo il film La grande bellezza l’afflusso in pellegrinaggio dei turisti (molti cinesi giapponesi) è di molto aumentato per vedere queste straordinarie quinte scenografiche, proprie inoltre di quasi tutti i film e telefilm girati in città come ci diceva Pasquale Grella: allora appoggiamo il progetto, stimoliamo…pungoliamo le istituzioni: una bellezza tutta da camminare e pedalare.

Come ci ha ricordato Dario Piermarini di questo utile e sano progetto dell’Asse degli Acquedotti, insieme a quello del GRAB, ne ha parlato anche Presa Diretta su Rai3 con Riccardo Iacona, che ha lui stesso fatto il percorso, nella puntata del 10 Gennaio 2018, qui il Link: sezione puntata Presa Diretta

Foto Asse degli Acquedotti - Ciclopedonale

Asse degli Acquedotti – ciclopedonale Ph.Credit: Alessandra Perri

Ci è piaciuta questa giornata: un sentiero ciclabile e per il passeggio straordinario, per storia architettura e Natura,
luci su mura ciclopiche, gialli e viola di primavera ci ammiccavano, muscoli e fiato in aria libera:

la Natura come sempre ha acceso in noi lo Stupore,
quello stupore che l’ecopsicologia sa come sia al centro di una connessione istintiva Uomo-Natura, elemento chimico della sinergia e intelligenza ecologica, equilibratore di comportamenti rispettosi e in sintonia con la Natura anche per l’uomo di oggi, che però…
s’impolvera dopo una continuativa mancanza di contatto significativo quotidiano con la Natura…(città, appartamenti, uffici, cammino tra rumore, distratti da cellulari ecc.)
…ma la connessione per fortuna si riaccende quando ricreiamo
una quotidianeità piacevole di contatto, l’outdoor basilare, velocemente e profondamente si rianima soprattutto con il fare all’aria aperta: lavoro, sport, bici, gioco…

Grazie per la bella giornata.

P.S. Prossimo appuntamento è Bicifestazione il 28 Aprile 2018 a Roma

Asse degli Acquedotti - Percorso Ciclopedonale Prog.VII BIciclettari Ph.Credit: Alessandra Perri

Asse degli Acquedotti – Percorso Ciclopedonale Ph.Credit: Alessandra Perri

  

avatar

Posted by Alessandra Perri

La mia formazione ed esperienza professionale, come psicologa e formatrice – nonché psicoterapeuta, specialista tecniche Yoga in Contesti Educativi, esperta di Ecopsicologia Applicata... Seguimi su Twitter

Comments are closed.